Gennaio 17, 2020

Ritratto creativo: Raffaello, Alexandre, Laurent Elicha di The Kooples

GirlsFromMainStreet.com: puoi spiegare la storia di I Kooples ?
Un desiderio di creare un marchio di abbigliamento per coppie chic e insolite.
La moda femminile è onnipresente, ma ciò che è nuovo oggi è che agli uomini sono permesse stravaganze di vestiti che non si sono concessi per molti anni. Questi neo-dandies vogliono distinguersi, avere uno stile particolare, come le donne.
Ecco perché era più moderno e attuale pensare alla nostra nuova storia di abbigliamento, in silhouette completa (scarpe in giacca) per uomo e donna.
È stato molto interessante fare in modo che le coppie (etero o gay) vogliano fare shopping insieme.
E le donne sono spesso invitate nel negozio a raccogliere pezzi dal guardaroba maschile (che spesso fanno a casa).
 
 
Qual è il tuo percorso?
Siamo nati nella moda e abbiamo lavorato a fianco dei nostri genitori per molti anni. La moda è una vera passione. Possiamo stare interi giorni nei negozi vintage senza vedere passare il tempo.
 
 
Come dividi i ruoli?
Alexandre e Laurent (34 e 33 anni) sono i direttori artistici del marchio.
Raphaël (23) realizza tutte le immagini della casa (campagna, lookbook, negozio ...) e pensa al marchio con i suoi fratelli mentre combina i suoi studi.
 
 
I tuoi genitori hanno creato il Comptoir des Cotonniers, la moda è un affare di famiglia?

In realtà per noi la moda è un affare di famiglia.
Oggi lavoriamo tra fratelli e cerchiamo di stabilire questo spirito familiare all'interno della nostra azienda.
 
 
Qual è il DNA di The Kooples, il suo stile?

Abbiamo cercato di creare un marchio dal lato piuttosto senza tempo e soprattutto "Chic & Décalé": basi rivisitate, tagli su misura, bottoni ufficiali nei colori del marchio ... Abbiamo sempre avuto questa cosa inglese, molto roccia.
Tutti i modelli di pezzi a manica (cappotti, giacche, abiti, camicie) sono stati realizzati a Savile Row (la famosa strada dei sarti inglesi), a Norton & Son, a Londra, nella casa che ha creato i nostri costumi. I Kooples, questi sono i nostri desideri: vuoi avere giacche sempre più corte, maniche sempre più regolate, bottoni con blasoni teschi ...
 
 
Se qualifichi il marchio "dandy arty", ti si addice?
Sì, diciamo anche a I Kooples "Dandy, chic e insolito"
 
Quali sono le tue ispirazioni?

La musica, la strada, il cinema, i nostri dintorni ... negozi vintage !!

 
Come definiresti la collezione primavera-estate 2010? Qual è la sua linea guida?
È una collezione in cui lo stile rock è sempre presente ma mescolato con questo dandismo. Per l'uomo, i pantaloni chino * si mischiano a una giacca ufficiale. E per la donna, il pizzo vintage e la libertà si combinano con una giacca biker in pelle trapuntata o una t-shirt distrutta. Per noi è importante sapere come mescolare i codici mantenendo una silhouette elegante.
 
 
La tua collezione si basa su materiali semplici e belli, è un desiderio di sfuggire alla "moda veloce"?
Per noi i tagli e i dettagli sono molto importanti. Vogliamo creare abiti che le persone possano indossare da una stagione all'altra senza essere obsoleti. Questi sono fondamentali ma rivisitati con attenzione ai dettagli: i bottoni e rivetti cranio e creste, le fodere delle giacche a pois e il "teschio" personalizzato, le spalle, le tasche ... e credo che questi sono tutti i dettagli che le persone apprezzano di noi e che non trovano altrove

 
Hai un pezzo preferito?
Il perfecto e blazer per uomo e donna.
 
The Kooples veste le coppie, perché questa scelta invece di sviluppare 2 linee?
Abbiamo 2 linee distinte, una per le donne e una per gli uomini. Non abbiamo una collezione unisex. Ma il taglio dei nostri vestiti, lo stile fanno sì che alcune parti delle 2 collezioni siano mescolate. Menù maschili possono mettere cappotti, cardigan, jeans da donna ... e alle donne piace comprare giacche da uomo per indossarli un po ' sovradimensionato.
Oggi le coppie sono felici di fare shopping: non più la cambusa del ragazzo che sta aspettando la sua ragazza seduta su una sedia nel negozio!

 
Le tue campagne pubblicitarie sono molto riconoscibili, qual è la tua strategia?
Volevamo offrire un vero spogliatoio per uomini e donne in una nicchia "accessibile". Volevamo una forte identità visiva e un riflesso della realtà.
Abbiamo pensato rapidamente alle coppie: uomo e donna, uomo e uomo, donna e donna ... Il casting è stato fatto per relazione: amici di amici ...
 
Fino al suo cognome, necessariamente anglicizzato: I Kooples. Un neologismo che sbatte come se fossero in mostra al CBGB.
 
 
A differenza di altri marchi, non si ricorre a muse, ma a coppie lambda, perché questa scelta?
Facciamo casting selvaggio, per strada, nei negozi, su facebook, su myspace, riceviamo anche molte applicazioni spontanee. Non chiediamo che le coppie siano perfette, molto belle, molto lisce. Stiamo cercando persone che emanano qualcosa, un atteggiamento ...
Penso che il cliente identifichi di più con una coppia che assomiglia al suo, piuttosto che ai modelli.
 
Vuoi chiamare un famoso duo? Chi nell'ideale?
Nell'ideale "Serge Gainsbourg e Jane Birkin" ...
 
 
Quanti negozi ci sono? Quali sono i tuoi obiettivi?
Al momento abbiamo 70 negozi in Francia. Il nostro obiettivo è avere 150 punti vendita in 5 anni. Stiamo già pensando di aprire a livello internazionale ...
 
Quali sono i tuoi diretti concorrenti? Zadig e Voltaire?
Non abbiamo la sensazione di avere un concorrente diretto. Abbiamo uno stile e un concetto tutto nostro.
 
Qual è il best-seller del marchio?
Blazer e soprattutto blazer patch teschio.



5 - Michelangelo e l'arte assoluta -- Cristina Acidini (Gennaio 2020)