Febbraio 18, 2020

Cosa ricordare della settimana della moda di New York

Dopo 10 giorni di maratona, 300 sfilate e centinaia di modelli in passerella, il Settimana della moda di New York è finita bene. Prima settimana di moda del calendario, è la prima a disegnare le tendenze per la prossima stagione: il Primavera-Estate 2014. E sì, è tutta la magia della moda: siamo appena tornati dalle nostre vacanze e possiamo già indovinare cosa indosseremo la prossima estate.


Quindi il programma, in bianco e nero. di Ralph Lauren à Oscar de la Renta attraverso Proenza Schouler e Calvin Klein, tutti hanno ceduto al richiamo di questa coppia bicolore senza tempo in tutte le sue forme. Strisce, quadri, fiori, motivi geometrici: ci sarà qualcosa per tutti.


Domande colori, colori della terra - ocra, cammello, kaki - sono ancora alla moda, dando un "Out of Africa" ​​alle collezioni nell'immagine di Michael Kors e Donna Karan. Anche le stampe etniche erano molto presenti in queste parate. Altri creatori si sono anche divertiti a mescolare blocchi di colori e pastello nelle loro collezioni, sia che si tratti di moda neo-borghese Oscar de la Renta o sportivo chic a Tommy Hilfiger. Infine, le stampe animali come il pitone, il leopardo o la zebra avranno sempre lo stesso punteggio la prossima estate.


Per quanto riguarda i tagli, le sagome sono generalmente piuttosto ampie e larghe, fatte di sovrapposizioni di abiti lunghi, trench fluidi e camicette vaporose. Il minimalismo è ancora in voga tra designer come Alexander Wang che preferiscono pezzi puri come il reggiseno, il top corto o la gonna a pieghe, molto presenti in tutti i pezzi. Settimana della moda.


Infine, questa settimana di moda americana è stata contrassegnata dalla presenza di materiali, parti tradizionalmente riservate all'inverno. Abbiamo visto guanti in pelle ad Alexander Wang, stole di pelliccia a Michael Kors o stivali di camoscio con frange a Marc Jacobs.



LA CINA SPIEGATA BENE - Michele Geraci, Shanghai (Febbraio 2020)