Febbraio 18, 2020

La saga delle vernici Dior: 50 anni di colori e lusso

Buon compleanno a te !!!! Quest'anno, il smalto per unghie cristiano Dior festeggia il suo compleanno Un compleanno in pompa magna, per celebrare le candele di questo accessorio di moda, che ha finito per detronizzare il rossetto nel cuore dell'elegante donna. E se per l'estate, Dior scommetto i colori acidi per le sue collezioni di Croisette e Summer MixLa storia della casa è inestricabilmente legata alla sua vernice.

Un po 'di storia ...
Lanciata nel 1962 con una campagna di manifesti illustrata da René Gruau, la vernice ha un grande successo sotto lo slogan "Sul lato della casa Dior, gli mancava un smalto per unghieEccolo! "... 50 anni dopo, gli assi del marketing inventano capsule collection e nomi evocativi (Acapulco, Riviera per le sue vernici).
Arma di grande seduzione, la lucidatura arriva a completare il famoso "look" DiorE se all'inizio la collezione è composta da un bianco e tre rossi, si espande rapidamente. Grazie ai pigmenti organici che vengono aggiunti alla composizione della vernice, il rosa e l'arancio arrivano nel collezione e dal 66, i rossetti e le vernici sono pensati in duo, come l'estensione del New Look caro a Monsieur Dior.

1967: nuova innovazione con vernice Ultra Dior e il suo effetto perlaceo, per masticare ...

1967-1979, l'era di Serge Lutens, dove quando la bellezza incontra la visione della moda. Esplosione di trame, materiali, colori ... Le Nacres veneziane "," Gli Intensi "o" Gli avventurosi "così tanti nomi evocativi di vernici come collezioni.
Anno 80, l'era di Working Girl e innovazioni ancora ... È l'inizio della french manicure, una tendenza simmetrica con toni acidi degli anni 90. Il 1997 segna il successo di una vernice bianca e shock technicolor e anticonformista "Baby Blue", "Blue Vinyl", "Orange Plastic", "Ultra Violet" o il famoso "Noir Carbonne". Colori assolutamente provocanti e vibranti per una donna emancipata.
1999, una pietra miliare con il lancio della linea Diorific, una vera prodezza tecnologica in termini di lucentezza e tenuta.

Nel 2002, è la linea di vernice Dior Addict crea la sorpresa con colori vivaci, più intensi che mai.
Nel 2007, la confezione che conosciamo ancora oggi è creata: la bottiglia trasparente e il cappuccio grigio metallizzato firmano un'estetica raffinata e chic. La vernice diventa un accessorio di lusso a sé stante, come evidenziato nel 2010 dalla trilogia dello smalto di Gris City nel 2010, visto durante le sfilate di moda.



WoMarketing con Silvia Jencinella (Febbraio 2020)