Agosto 5, 2020

Cytomegalovirus, quali conseguenze per la donna incinta e il bambino?


Il citomegalovirus è un virus della famiglia dell'herpes. Sebbene sia spesso asintomatico, è responsabile di molti casi di anomalie congenite.
Chiunque sia in buona salute può prendere questo virus senza rendersene conto. Passa quindi inosservato o si manifesta con lievi disturbi: mal di gola, febbre ... Poi, si è trasferito al paziente per tutta la vita, senza che lui se ne accorgesse. Il virus rimane quindi "latente".
Tuttavia, la persona infetta può contaminare gli altri. La trasmissione avviene attraverso le secrezioni corporee: urina, saliva, sangue, lacrima, sperma, latte materno. Ma se l'infezione non è grave, può essere pericolosa per il feto.
Quali rischi fa il bambino ?
In futuro mamma non immune, il citomegalovirus può essere molto distruttivo. Su di lei, passa quasi inosservato. A seconda del caso, il virus provoca un affaticamento significativo simile alla mononucleosi o causa dolore simil-influenzale.
il bambino Gli individui infetti possono avere basso peso, convulsioni, sordità, deficit visivo o ritardo mentale.
Stai tranquillo, l'infezione da citomegalovirus non ha effetto su tutti bambinie alcuni avranno la possibilità di fuggire anche con a mamma infetto, soprattutto grazie alla barriera della placenta. Pertanto, due terzi dei neonati non sono influenzati dal virus. E solo il 10-15% del terzo rimanente avrà sintomi dopo il parto.
Alcune precauzioni da prendere
All'inizio di gravidanzaLe analisi del sangue consentono di sapere se il futuro mamma è immune a questo virus. Si stima in media che nel nostro paese il 60% delle donne sia già protetto.
Se non lo è, dovrebbe limitare il contatto con persone potenzialmente infette come bambini bambini che frequentano l'asilo in cui gli scambi di microbi sono numerosi. Lavandosi spesso le mani, non mescolando le posate e non baciando il bambino in bocca, il rischio di infezione da citomegalovirus sarà quindi limitato al massimo.

Toxoplasmosi in gravidanza: sintomi, cura e conseguenze (Agosto 2020)